Camigliatello Silano (Calabria): cosa vedere

Lago di Cecita - Camigliatello Silano
Lago di Cecita - Camigliatello Silano
Camigliatello Silano (Calabria): cosa vedere ine antica posta nel territorio della Locride, itinerario comprendente l’area archeologica con il tempio greco, il museo nazionale e teatro romano. Informazioni turistiche Fo

Cosa vedere a Camigliatello Silano, quali sono le escursioni da fare, le piste da sci, le attività di svago da praticare all’area aperta e i prodotti gastronomici locali da degustare.

Informazioni turistiche

Tra le maggiori stazioni sciistiche e località di vacanza estiva e invernale della Sila, Camigliatello Silano è situato nella parte nord di questo meraviglioso altopiano della Calabria, a un’altitudine di 1272 metri e nelle vicinanze della cima del Monte Curcio.

Durante la stagione invernale entrano in funzione gli attrezzatissimi impianti sciistici di rifugio del Tasso, situati a meno di un chilometro dal centro del paese, che possono essere utilizzati per raggiungere la vetta del Monte Curcio.

Per sciare esistono due piste, di cui una meno lunga ma impegnativa, adatta per questo solo agli sciatori più esperti, mentre l’altra, pur avendo una lunghezza maggiore, è più facile e per questo indicata per i principianti.

Nel periodo estivo è possibile scegliere tra numerosi sentieri per effettuare rilassanti escursioni a piedi o con la mountain bike, raggiungendo i punti di osservazione posti a maggiore altitudine da cui è possibile allargare lo sguardo per godere di stupendi panorami.

Cosa vedere

Tra le mete di escursioni più interessanti rientrano il monte Curcio e il monte Botte Donato, oltre al lago di Cecita dove, nonostante si tratti di un bacino artificiale, creato con la deviazione tramite diga del fiume Mucone, è possibile pescare un pesce di ottima qualità.

Nelle vicinanze del lago, si trova la Conca della Fossiata, che è considerata Parco nazionale della Calabria, essendo il maggiore complesso forestale della Sila Grande.

Tale area naturalistica è formata da rilievi ricoperti da folti boschi di pino laricio, albero tipico di queste zone che può raggiungere i 40 metri di altezza.

Dalla corteccia di questi pini viene ricavata una resina profumata, utilizzata un tempo nella preparazione di essenze aromatiche.

Nei dintorni si trovano pittoreschi paesini, tra cui Fago del Soldato, Moccone e Croce di Magara, oltre alle Riserve Biogenetiche di Fallistro e di Tasso.

Ulteriori attività per il tempo libero sono organizzate dai maneggi, che offrono l’opportunità di fare delle rilassanti passeggiate a cavallo, e dai centri sportivi, dove sono presenti campi da tennis, piste di pattinaggio, bocciodromi e parchi giochi dedicati ai bambini.

Per quanto riguarda la gastronomia, meritano un assaggio i prodotti tipici locali, tra cui piatti a base di funghi secchi o freschi, salumi, formaggi latticini e caciocavallo.

Sono presenti inoltre interessanti botteghe d’artigianato locale che offrono prodotti tessili, oggetti in legno e ceramica.

Locri (Calabria): cosa vedere o di questa regione nel sud Italia, tra parchi nazionali, mare e monti, scavi archeologici. Calabria in breve La Calabria è la regione italiana situata più a sud della..&

Cosa vedere a Camigliatello Silano, quali sono le escursioni da fare, le piste da sci, le attività di svago da praticare all’area aperta e i prodotti gastronomici locali da degustare.

Informazioni turistiche

Tra le maggiori stazioni sciistiche e località di vacanza estiva e invernale della Sila, Camigliatello Silano è situato nella parte nord di questo meraviglioso altopiano della Calabria, a un’altitudine di 1272 metri e nelle vicinanze della cima del Monte Curcio.

Durante la stagione invernale entrano in funzione gli attrezzatissimi impianti sciistici di rifugio del Tasso, situati a meno di un chilometro dal centro del paese, che possono essere utilizzati per raggiungere la vetta del Monte Curcio.

Per sciare esistono due piste, di cui una meno lunga ma impegnativa, adatta per questo solo agli sciatori più esperti, mentre l’altra, pur avendo una lunghezza maggiore, è più facile e per questo indicata per i principianti.

Nel periodo estivo è possibile scegliere tra numerosi sentieri per effettuare rilassanti escursioni a piedi o con la mountain bike, raggiungendo i punti di osservazione posti a maggiore altitudine da cui è possibile allargare lo sguardo per godere di stupendi panorami.

Cosa vedere

Tra le mete di escursioni più interessanti rientrano il monte Curcio e il monte Botte Donato, oltre al lago di Cecita dove, nonostante si tratti di un bacino artificiale, creato con la deviazione tramite diga del fiume Mucone, è possibile pescare un pesce di ottima qualità.

Nelle vicinanze del lago, si trova la Conca della Fossiata, che è considerata Parco nazionale della Calabria, essendo il maggiore complesso forestale della Sila Grande.

Tale area naturalistica è formata da rilievi ricoperti da folti boschi di pino laricio, albero tipico di queste zone che può raggiungere i 40 metri di altezza.

Dalla corteccia di questi pini viene ricavata una resina profumata, utilizzata un tempo nella preparazione di essenze aromatiche.

Nei dintorni si trovano pittoreschi paesini, tra cui Fago del Soldato, Moccone e Croce di Magara, oltre alle Riserve Biogenetiche di Fallistro e di Tasso.

Ulteriori attività per il tempo libero sono organizzate dai maneggi, che offrono l’opportunità di fare delle rilassanti passeggiate a cavallo, e dai centri sportivi, dove sono presenti campi da tennis, piste di pattinaggio, bocciodromi e parchi giochi dedicati ai bambini.

Per quanto riguarda la gastronomia, meritano un assaggio i prodotti tipici locali, tra cui piatti a base di funghi secchi o freschi, salumi, formaggi latticini e caciocavallo.

Sono presenti inoltre interessanti botteghe d’artigianato locale che offrono prodotti tessili, oggetti in legno e ceramica.