11 aprile: santo del giorno, onomastico

Santa Gemma Galgani, 11 aprile
Santa Gemma Galgani, 11 aprile
11 aprile: santo del giorno, onomastico uale onomastico si festeggia e altri santi che si celebrano in questa data.

Il Santo del giorno 11 aprile è Santa Gemma Galgani, quale onomastico si festeggia e altri santi che si celebrano in questa data.

Santa Gemma Galgani

Nata a Camigliano nel comune di Capannori in provincia di Lucca il 12 marzo 1878, e morta a Lucca l’11 aprile 1903, Gemma Galgani fu una mistica molto legata e conforme alla spiritualità dell’ordine dei Passionisti, di cui però non fece mai parte.

Morta a soli 25 anni venne beatificata da Papa Pio XI nel 1933, e successivamente resa Santa sotto il pontificato di Papa Pio XII nel 1940.

La sua festa, ovvero il giorno in cui ne viene celebrata la memoria liturgica, cade l’11 aprile, data coincidente con il giorno della sua morte, nonostante venga ricordata dall’ordine passionista e dall’arcidiocesi di Lucca il 16 maggio.

Rimasta orfana della madre a soli sette anni, fu cresciuta dal padre e dai fratelli a Lucca, compiendo i suoi studi presso le Suore Oblate dello Spirito Santo, fino al giorno in cui la sua famiglia, coinvolta in un fallimento, perse tutti i suoi beni e fu costretta a trasferirsi in una decadente abitazione situata in via del Biscione, divenuta poi via Santa Gemma, a Lucca.

In quella misera casa Gemma Galgani ricevette le stigmate.

Essendo stata rifiutata dai monasteri cittadini, Gemma venne presa in adozione dalla ricca famiglia Giannini che le offrì vitto e alloggio per circa quattro anni, presso la propria abitazione in via del Seminario a Lucca.

In quella dimora Gemma trascorse gli ultimi anni della sua breve vita aiutata dal suo confessore e padre spirituale monsignor Volpi, oltre che da Padre Germano Ruoppolo, un frate passionista che successivamente redasse la sua prima biografia.

Malata di tubercolosi, in via preventiva, Gemma fu trasferita dalla famiglia Giannini in un’abitazione di via della Rosa, dove morì all’età di 25 anni.

Nel 1935, su progetto dell’architetto Italo Baccelli, iniziarono i lavori per la costruzione del Santuario dedicato a Santa Gemma.

Dopo l’interruzione causata dalla seconda guerra mondiale, i lavori furono ripresi e poi terminati nel 1965, con la realizzazione della grandiosa cupola progettata all’architetto bolognese Adriano Marabini.

Altri santi e celebrazioni del 11 aprile

  • Santo Stanislao
  • Vescovo e martire

  • Beato Angelo (Carletti) da Chivasso
  • Sacerdote

  • Sant’ Antipa di Pergamo
  • Martire

  • San Barsanofio
  • Eremita

  • San Domnione (Donnione) di Salona
  • Vescovo e martire

  • Beata Elena Guerra
  • Vergine

  • San Filippo di Gortina
  • Vescovo a Creta

  • Beato Giorgio Gervase
  • Sacerdote benedettino, martire

  • Sant’ Isacco di Monteluco
  • Monaco

  • Beato Lanuino
  • Monaco certosino

  • Beata Sancia del Portogallo
  • Principessa, vergine

  • Beato Sinforiano Felice (Symforian Feliks) Ducki
  • Religioso e martire

30 aprile: santo del giorno, onomastico aola, quale onomastico si festeggia e altri santi che si celebrano in questa data.

Il Santo del giorno 11 aprile è Santa Gemma Galgani, quale onomastico si festeggia e altri santi che si celebrano in questa data.

Santa Gemma Galgani

Nata a Camigliano nel comune di Capannori in provincia di Lucca il 12 marzo 1878, e morta a Lucca l’11 aprile 1903, Gemma Galgani fu una mistica molto legata e conforme alla spiritualità dell’ordine dei Passionisti, di cui però non fece mai parte.

Morta a soli 25 anni venne beatificata da Papa Pio XI nel 1933, e successivamente resa Santa sotto il pontificato di Papa Pio XII nel 1940.

La sua festa, ovvero il giorno in cui ne viene celebrata la memoria liturgica, cade l’11 aprile, data coincidente con il giorno della sua morte, nonostante venga ricordata dall’ordine passionista e dall’arcidiocesi di Lucca il 16 maggio.

Rimasta orfana della madre a soli sette anni, fu cresciuta dal padre e dai fratelli a Lucca, compiendo i suoi studi presso le Suore Oblate dello Spirito Santo, fino al giorno in cui la sua famiglia, coinvolta in un fallimento, perse tutti i suoi beni e fu costretta a trasferirsi in una decadente abitazione situata in via del Biscione, divenuta poi via Santa Gemma, a Lucca.

In quella misera casa Gemma Galgani ricevette le stigmate.

Essendo stata rifiutata dai monasteri cittadini, Gemma venne presa in adozione dalla ricca famiglia Giannini che le offrì vitto e alloggio per circa quattro anni, presso la propria abitazione in via del Seminario a Lucca.

In quella dimora Gemma trascorse gli ultimi anni della sua breve vita aiutata dal suo confessore e padre spirituale monsignor Volpi, oltre che da Padre Germano Ruoppolo, un frate passionista che successivamente redasse la sua prima biografia.

Malata di tubercolosi, in via preventiva, Gemma fu trasferita dalla famiglia Giannini in un’abitazione di via della Rosa, dove morì all’età di 25 anni.

Nel 1935, su progetto dell’architetto Italo Baccelli, iniziarono i lavori per la costruzione del Santuario dedicato a Santa Gemma.

Dopo l’interruzione causata dalla seconda guerra mondiale, i lavori furono ripresi e poi terminati nel 1965, con la realizzazione della grandiosa cupola progettata all’architetto bolognese Adriano Marabini.

Altri santi e celebrazioni del 11 aprile

  • Santo Stanislao
  • Vescovo e martire

  • Beato Angelo (Carletti) da Chivasso
  • Sacerdote

  • Sant’ Antipa di Pergamo
  • Martire

  • San Barsanofio
  • Eremita

  • San Domnione (Donnione) di Salona
  • Vescovo e martire

  • Beata Elena Guerra
  • Vergine

  • San Filippo di Gortina
  • Vescovo a Creta

  • Beato Giorgio Gervase
  • Sacerdote benedettino, martire

  • Sant’ Isacco di Monteluco
  • Monaco

  • Beato Lanuino
  • Monaco certosino

  • Beata Sancia del Portogallo
  • Principessa, vergine

  • Beato Sinforiano Felice (Symforian Feliks) Ducki
  • Religioso e martire